Cosa valutare per scegliere una stampante digitale: consigli e caratteristiche tecniche

Quali sono i fattori da valutare per scegliere una stampante digitale?

Ecco alcuni consigli utili e caratteristiche tecniche per aiutarvi a conoscere meglio questi prodotti in vendita sul nostro mercato.

Informazioni utili

Quasi tutti abbiamo abbiamo avuto una stampante a casa per lavorare o catalogare documenti utili. Tuttavia, scegliere la stampante digitale che offre le migliori caratteristiche sul mercato non è facile.

Prima di tutto, dobbiamo chiarire le nostre idee su ciò che cerchiamo esattamente in termini di velocità di stampa e prestazioni generali. Poi, dobbiamo definire un nostro budget e solo allora capire qual’è la stampante digitale più adatta a noi.

Avere queste informazioni ci aiuterà tantissimo quando andremo nei negozi oppure a cercare offerte online. I prodotti in vendita sono davvero tanti e potremmo lasciarci trascinare solo da un design accattivante se non stiamo davvero attenti. Quindi, analizziamo insieme una serie di caratteristiche che le migliori stampanti dovrebbero garantire.

I vari tipi di stampa digitale

Le possibilità di stampa digitale sono davvero tante e prima di scegliere il prodotto più adatto a noi, è davvero fondamentale saperne di più. Di seguito, le caratteristiche dei più utilizzati e tecnologici.

La stampa digitale a sublimazione termica

Questa tipologia di stampa funziona tramite delle testine termoriscaldate e può variare la sua temperatura in modo davvero rapido. All’interno della stampante non ci saranno serbatoi per l’inchiostro e quindi, delle classiche cartucce, ma saranno presenti dei veri propri nastri di plastica che scorrono.

Questi tre nastri sono composti da tre colori primari che combinate insieme riescono a rappresentare almeno 256 tonalità di colore. Quando una foto viene inviata alla stampante, la testina determina e disegna la figura che deve rappresentare sopra la pellicola non una ma tre volte in giallo, rosso e blu. Poi, la stampante happy non è stato preventivo che protegge la stampa dallo scolorimento dovuto alla luce.

Questa tipologia di stampa È molto utilizzata dei fotografi professionisti perché rapida istantanea e di buona qualità. I colori sono resistenti ed indelebili. Il costo per una di queste stampe è piuttosto elevato.

La stampa digitale chimica

Questo tipo di stampa è un processo eseguito più spesso nei negozi o in grossi centri. È una stampa che sfrutta lo sviluppo digitale chimico e quindi applica dei filtri per migliorare le nostre foto. È una tipologia di stampa economica e di qualità ma non immediata.

Quindi, è più facile da utilizzare una tantum in una copisteria per lavori particolari e non è adatta per le vostre stampe di tutti i giorni.

La stampa digitale inkjet

Questa tipologia a di stampa digitale è sicuramente la migliore per le stampanti casalinghe da utilizzo quotidiano.

Infatti, le stampanti inkjet hanno al loro interno serbatoi di inchiostro a base d’acqua ed un sistema di tubi che portano l’inchiostro alla testina di stampa. In questo modo, la testina riesce a spruzzare piccole gocce di inchiostro sulla superficie di carta sia comune che fotografica.

Queste stampanti si differenziano in base alle cartucce che contengono. Di fatti, una delle regole per scegliere la migliore è quella di considerare il numero di cartucce che supporta. Più cartucce di colori potranno entrare nella vostra stampante più l’apparecchio sarà di qualità.

Solitamente, le migliori offre la possibilità di inserire fino a sei cartucce. Le più comuni usano come colori principali il rosso il blu ed il verde. Mentre le professionali sono in grado di miscelare al loro interno molti più colori.

La qualità di stampa è ottima ed i colori sono durevoli nel tempo. Tuttavia, l’inchiostro non è fissa se maniera indelebile quindi bisogna fare attenzione allo strato superficiale della stampa per non rischiare di danneggiarla.

Il lato positivo di queste stampanti è che spesso supportano ogni tipologia di carta.

Marchi

Tra i brand più conosciuti e popolari ci sono la Lifeprint, la HP, la Epson, la Canon e la Kodak. Cercate sempre di affidarvi ad un brand popolare per non correre rischi riguardo a possibili garanzie e restituzioni dei prodotti.

In alcuni rari casi, potreste avere bisogno di un pezzo particolare che si è rotto nella vostra stampante e sarebbe davvero difficile da trovare se non vi affidate ad un marchio che offre un’ottima assistenza tecnica sul territorio nazionale.

La fascia di prezzo

Solitamente, una stampante digitale appartiene ad una fascia di prezzo che parte da un minimo di 100 euro ed arriva ad un massimo di 300 euro. Le più professionali salgono ancora di prezzo, e quindi la vostra scelta finale dipende dal budget complessivo che avete a disposizione.

Conclusioni finali

Infine, preoccupatevi sempre di scegliere una stampante di buona o addirittura ottima qualità. Altrimenti, dopo poche stampe potreste rimanere davvero delusi per la qualità scadente del getto di inchiostro sui vostri documenti.

Inoltre, un prodotto di alta qualità può garantirvi molte più funzioni e riuscire ad aiutarvi a velocizzare il vostro lavoro. Quindi, leggete con cura le confezioni di vendita e non sbaglierete!

Viaggiatrice errante e Content Creator. Ho studiato Mass Media e Marketing a Roma presso l’università Americana. Sono una conoscitrice di arti visive e tecnologia. Mi diverte leggere, maggiormente scrivere.

Back to top
menu
sceltastampantifotografiche.it